CAMPAGNA FISCALE 2019

Entra nel vivo la campagna fiscale 2019, con tanti contribuenti che in questi giorni stanno raccogliendo tutti i documenti utili da presentare al Caf per l’elaborazione del modello 730. 

 

 

Forniamo consulenza e assistenza nella compilazione del modello 730. Per la consegna della documentazione non è necessario fissare alcun appuntamento preventivo, i tempi di attesa nei nostri uffici sono in ogni caso estremamente ridotti. In occasione della consegna ti verrà fissata una data per il ritiro della pratica.

Che cos’è il modello 730

Il modello 730 è un sistema semplice e vantaggioso per presentare la dichiarazione dei redditi.

Chi può utilizzarlo

Possono utilizzare il modello 730:

  • dipendenti,
  • pensionati,
  • lavoratori a progetto,
  • soggetti impegnati in lavori socialmente utili.

Puoi presentare il modello 730 anche se non stai lavorando al momento previsto per il conguaglio (luglio 2019) a condizione che nel corso del 2018 tu abbia percepito redditi di lavoro dipendente, pensione o assimilati. In tal caso il rimborso sarà effettuato direttamente dall’amministrazione finanziaria. Può presentare il modello 730 anche il personale delle scuole assunto con contratto a tempo determinato con durata settembre-giugno.

Obbligo o facoltà

Quando è un obbligo

In certi casi la presentazione della dichiarazione dei redditi è un obbligo. Ad esempio:

  • se nel corso dell’anno hai cambiato datore di lavoro non richiedendo il conguaglio,
  • se sei andato in pensione nel corso dell’anno 2017 (e hai avuto redditi di lavoro e pensione),
  • in generale se hai percepito redditi da più fonti.

Quando è una facoltà

Vi sono altri casi in cui la presentazione della dichiarazione è una facoltà e sono, in generale, tutti i casi in cui puoi trarre un vantaggio economico dalla presentazione, come ad esempio:

  • se puoi fare valere oneri detraibili o deducibili,
  • se, avendo lavorato solo per una parte dell’anno, tu non abbia goduto interamente delle detrazioni per lavoro o per carichi di famiglia o del bonus di 80 euro introdotto nel 2014: in questi casi la dichiarazione comporterà un credito a tuo favore.

In ogni caso, ti consigliamo vivamente di fare controllare sempre il modello CU (Certificazione Unica del Reddito – ex CUD).

Vantaggi

I vantaggi della dichiarazione dei redditi tramite modello 730 riguardano le semplificazioni per il pagamento (conguaglio), il visto di conformità, la responsabilità sugli eventuali errori.

Conguaglio

Un vantaggio è il conguaglio direttamente in busta paga o sulla rata di pensione!
In caso di credito ti consente di ricevere già con la mensilità di luglio/agosto 2018 (agosto o settembre per i titolari di pensione) il rimborso dell’eventuale credito risultante dalla dichiarazione.
In caso di debito ti evita l’onere del versamento dell’imposta. Il datore di lavoro/ente pensionistico tratterrà le relative somme direttamente sulla busta paga/pensione.

Visto di conformità

Il visto di conformità attesta la corrispondenza tra i dati riportati nella dichiarazione modello 730 e i documenti da te forniti ed è rilasciato dal Centro di Assistenza Fiscale (CAF) che ne diventa responsabile preservandoti da eventuali sanzioni. A decorrere dal 2015 la responsabilità del CAF si estende anche all’imposta non versata o al maggior credito indebitamente attribuito al contribuente. Quindi, in caso di errore, l’eventuale richiesta dell’amministrazione finanziaria, comprensiva di imposta, sanzione ed interessi, sarà rivolta direttamente al CAF che ha compilato ed inviato la dichiarazione.

Termini di presentazione

Le norme stabiliscono che la presentazione del modello 730/2019 deve avvenire:

  • entro il 23 luglio 2019

Tuttavia ti consigliamo di passare dai nostri uffici non appena sarai in possesso della documentazione necessaria. Il nostro servizio di raccolta documenti inizia a partire dal 9 aprile 2019.

Modello 730 precompilato

Anche quest’anno l’Agenzia delle Entrate mette a disposizione on line il Modello 730 precompilato dall’amministrazione finanziaria sulla base dei dati trasmessi dai datori di lavoro, banche, assicurazioni, altri soggetti e dalla dichiarazione dell’anno precedente.

Non è obbligatorio avvalersi del modello on line: è possibile continuare ad utilizzare la modalità ordinaria richiedendo la compilazione ad un CAF.